EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

Appello alle genti del mondo

Uomini e donne del pianeta Terra,

genti di tutte le razze e di tutte le fedi: religiose, razionalistiche, animistiche, animalisti… tutti. In questi mesi di contagio e paura, abbiamo visto e toccato le ferite aperte sul corpo del pianeta terrestre. Abbiamo visto schiarirsi i cieli resi più respirabili, abbiamo udito gli animali tornare sulle nostre strade pesci venire a giocare a riva… segno che non lo facevano perché non potevano farlo. Ma ci sono e ci vengono volentieri incontro.

L’aria pulita e il buco dell’ozono ristretto non sono più ipotesi contestabili, sono realtà sotto i nostri occhi, sono ferite in cui stiamo mettendo il dito.

Ecco, ci sono e sono riparabili. Il pianeta non è un corpo morto. Continuare o riprendere a ferirlo con inquinamento ottuso e sfrenato significa colpirlo, ferirlo e ucciderlo. La Natura ci sta dimostrando che vuole e può vivere.

In poco tempo ha reagito al nostro arretramento ed è tornata a prendersi il suo spazio. Non credevo più che ci sarebbe riuscita, certamente non in così breve tempo. Ma tanto forte è l’istinto di vivere che velocemente si è messa all’opera. Abbiamo messo il dito nelle sue piaghe e, ancora, pensiamo ai profitti, agli interessi economici… pronti a riprendere il coltello e scuoiare viva Natura, Terra e Spirito dei Tempi.

Per interesse economici abbiamo creato il primo, il secondo, il terzo mondo. Il quarto è stato il figlio legittimo dei precedenti. Il prossimo sarà il quinto mondo, quello della post-umanità… ci saranno gli uomini ma non l’Umanità. E crederci non è un atto di fede, ormai abbiamo toccato le piaghe ma, temo, abbiamo deciso di rimanerne contagiati.

Mi appello al vostro istinto di sopravvivenza, il virus e la quarantena che ha causato, ci hanno permesso di constatare che un altro mondo è possibile. Vogliamo lavorare per farlo durare o preferiamo darci malati?

Comments

  • Valerio Aprile 30th, 2020 at 23:18

    Hai espresso in questo pezzo concetti notevoli che fanno parte di noi e ne siamo consapevoli ma preferiamo tralasciarli e depositarli nell’Oblio.

    Per noi sono realmente importanti l’acccumulo del denaro che ci fa sentire forti e sicuri e per tal fine saremmo disposti anche a vendere anche l’anima al diavolo, salvo poi affermare con “l’aiuto di Dio”.

  • Nicola Maggio 1st, 2020 at 00:44

    una riflessione seria da cui dovremmo veramente prendere spunto.

    Da ogni tragedia c’è sempre la possibilità di ripartire…. bisogna decidere come e in che direzione

  • lucia pulpo Maggio 1st, 2020 at 09:41

    Sì Valerio, un agire insensato…

  • lucia pulpo Maggio 1st, 2020 at 09:44

    Nicola, temo che continueremo imperterriti le nostre abitudini, ciechi e sordi al richiamo del futuro… al saluto…

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *