EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

Un altro mondo è possibile

Il 24 Settembre 2019 verrà ricordato come “il giorno dell’occhiataccia”.La reazione spontanea di Greta Thunberg nel vedere Donald Trump al palazzo di vetro dell’ONU a New York per la conferenza sul clima. Mister President si è presentato a sorpresa, proprio lui che nega il riscaldamento globale causato dalle emissioni di anidride carbonica. Molti di noi vorrebbero dare a Trump un’occhiataccia e non soltanto per una questione “ecologica” ma quella dell’adolescente norvegese ha fatto il giro del web accompagnata da facile ironia pro e contro lei e le sue istanze.

Qualche giorno dopo il “Friday for future” i ragazzi di tutto il mondo in piazza per protestare contro governi e politici “ridateci il nostro futuro” come se il futuro appartenesse esclusivamente a loro e i più maturi lo potessero vivere al loro posto.

Anche queste manifestazioni hanno scatenato critiche e commenti non sulla questione “ambientale” ma sulla moda giovanile di replicare slogan e contestare “lo status quo” rivendicando il diritto ad un mondo migliore che non deve essere costruito ma restituito ai legittimi proprietari.

Insomma non chiedono spazio per ballare, come il giovane Jovanotti, non vogliono rimboccarsi le maniche come gli “Angeli del fango” nell’alluvione dell’Arno 1966, non praticano amore libero nelle comuni fuori di casa, loro aspettano l’eredità di un mondo migliore da spendere comodamente stando seduti in tribuna d’onore.

Davanti a questa immagine rimango perplessa ma, quando adolescente ero io, mi ripetevo in testa “Voi non mi capite”, insegnanti, genitori e loro amici avevano tutt’altra musica con cui shakerare il cuore… Adesso la matusa sono io, e siccome il riscaldamento globale è un gravissimo e pericolosissimo dato di fatto, spero che il “Friday for future” sia un movimento davvero capace di indurre un cambiamento nella mentalità dei consumisti di risorse naturali anche se assomiglia terribilmente al “black friday” il giorno che da il via alle svendite natalizie dei prodotti… uno slogan a buon mercato.

Comments

  • Raffaella Settembre 29th, 2019 at 17:09

    Bisogna sempre sperare
    In un futuro migliore e avere fiducia nei giovani…anche perché il futuro sono loro

  • lucia pulpo Settembre 29th, 2019 at 17:29

    Certo Raffaella, solo loro hanno forza ed energia per cambiare le cose. Purtroppo, la nostra società ha un età media alta e questo significa poca forza e nessun entusiasmo verso le novità…

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *