EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

Lucrezia Maggi e il premio “Città di Taranto”

Il premio letterario nazionale “Città di Taranto” è giunto alla tredicesima edizione, ho il piacere di parlarne con Lucrezia Maggi, fondatrice del premio e direttrice dell’associazione culturale “Le muse project” che organizza questo premio:

1. Lucrezia Maggi nasce come poetessa prima di prestare la sua penna alla narrativa; con Cosimo Argentina avevate un portale di poesia?

Ho iniziato a scrivere poesia che ero ancora una bambina, a otto anni e mezzo la mia prima partecipazione a un Concorso Letterario cui m’iscrisse la mia insegnante, la prima persona che riconobbe in me il dono della scrittura.

Quel Concorso, con grande soddisfazione della mia maestra, io lo vinsi, senza quasi rendermi conto di quanto fosse importante la cosa. Del resto, scrivere versi per me era una cosa che mi veniva naturale, ero soltanto una bambina cui piaceva scrivere che ne potevo sapere io, allora, di Premi e robe così? Una quindicina di anni fa progettai un blog collettivo di scrittura creativa in cui davo ospitalità gratuita a numerosi autori desiderosi di esprimersi per mezzo della poesia. Cosimo Argentina era uno di quegli autori che, per un po’ di tempo, decise di fermarsi a poetare con noi tutti, su quello stesso spazio comune. Da quel blog collettivo nacque “Una Piccola Poesia”, un vero progetto letterario che diventò raccolta antologica, cartacea, in più edizioni. Numerosi autori ebbero così l’opportunità di pubblicare propri versi per la prima volta in un vero libro, con una vera e propria casa editrice. Senza dover pagare per poterlo fare.

2. Da qui arriva la partecipazione del noto autore come presidente di giuria del premio?

Il Premio Letterario Nazionale Città di Taranto ebbe origine da una mia idea e mosse i suoi primi passi nel quartiere in cui io e Argentina siamo cresciuti. Diversi anni fa ero membro organizzativo di un Comitato di Circoscrizione, un gruppo di volontari che aveva a cuore quei luoghi e quando proposi loro di dare spazio adeguato alla cultura del nostro territorio fui supportata con entusiasmo. Con loro, condivisi, le prime due edizioni del Premio. Poi, fondai l’Associazione Culturale Le Muse Project e il Premio, venne via con me. Continuò a crescere in attendibilità e popolarità, si fece conoscere un po’ dovunque in Italia, strano a dirsi, un po’ meno sul nostro territorio. Cosimo Argentina lo vide nascere quel Premio, di conseguenza fu naturale per il direttivo delle Muse Project dare a lui l’incarico di presidente di giuria dello stesso. A Cosimo e alla sua famiglia mi lega un affetto profondo che nulla proprio ha a che vedere con i nostri rispettivi percorsi letterari. Lui è presidente del Premio perché per me, per noi, è semplicemente Cosimo, un figlio della nostra stessa Terra che, nonostante la lontananza, continua ad amarla e a portarsela dentro. Inoltre è un lettore attento, preciso, corretto e indubbiamente affidabile, dunque quale miglior presidente di giuria per un Premio?

3. Il tuo impegno per la diffusione della Poesia e, in generale della cultura è stato premiato nella terra dei Due Mari. Come e cosa è cambiato in città, intendo il fermento culturale si è affievolito in questi anni?

Sono una promotrice culturale e il mio impegno, nonostante le innumerevoli difficoltà riscontrate sul territorio, continua a essere quello di sempre. Non è per niente facile, anzi, è sempre più difficile, la gente continua a mostrarsi poco interessata alla cultura in genere, alla letteratura in particolare. La mia caparbietà mi porta a non mollare, l’amore grande che nutro per la mia città è l’unica ragione per cui continuo a credere che forse, un giorno, le cose possano cambiare. Non nego i numerosi momenti di scoramento tra un’edizione di un Premio e l’altro, l’enorme mole di lavoro di cui ci facciamo carico ogni anno ma, a lavori conclusi, ogni volta, la soddisfazione è grande, l’emozione degli autori che andiamo a premiare è la nostra ricompensa più grande.

4. Il premio è gemellato ad un premio campano, qual è o potrebbe essere il traguardo comune?

Dall’edizione del decennale il Premio Letterario Nazionale Città di Taranto è gemellato al noto Premio campano “… incostieramalfitana.it – fiera del libro in mediterraneo”, il nostro obiettivo, come lo è già il loro da diversi anni, è quello della promozione territoriale per mezzo della cultura. Loro, ci riescono meglio, soprattutto perché supportati, dalle istituzioni, nel nostro caso, completamente indifferenti a quanto, da tredici anni, andiamo a fare. Ci tengo a sottolineare che, il loro riconoscimento non ci è necessario, siamo abituati a fare ugualmente, siamo volontari della cultura e ci adoperiamo unicamente per il bene della comunità. Taranto è così. Vive una realtà difficile, altre sono le priorità per il territorio, questo noi lo sappiamo. La cultura viene dopo.

5. Il Premio è in collaborazione con la casa editrice “Print me”, ma quanti partecipano e che diffusione hanno le opere pubblicate?

Per un caso indubbiamente voluto dal Fato la Casa Editrice ha sede proprio in quello stesso quartiere in cui il Premio è nato; Luciano Nuzzo, l’editore, e sua moglie Maria sono persone belle, fuori e dentro e la nostra collaborazione è anche amicizia vera e affetto. La partecipazione al Premio è notevole, con nostra grande soddisfazione, il nostro è ormai un Premio piuttosto noto anche oltre i Due Mari. La Casa Editrice Print Me è nostra Partner da otto edizioni ed è l’unico concreto aiuto sul quale davvero possiamo contare. I vincitori del Premio, ricevono, infatti, in dono, la pubblicazione completamente gratuita di una propria opera, sia di narrativa sia di poesia e ben cinquanta copie omaggio del libro che andranno a editare, tutto a cura della Casa Editrice. Distribuzione compresa. Un grande regalo, di notevole valore.

6. Quando potremo leggere una nuova raccolta poetica di Lucrezia Maggi?

L’ultima raccolta poetica di Lucrezia Maggi è “Indelebile-cose di noi e sanguinamenti sparsi” (Gennaio 2018, Controluna Edizioni di Poesia) distribuito da Messaggerie su tutti i migliori bookshop on line e, si spera, pure in tutte le librerie d’Italia. Entro il 2019, invece, la pubblicazione di “Come nel ventre di una madre”, il mio ultimo romanzo.

Lucia Pulpo

Il bando della tredicesima edizione del Premio letterario nazionale Città di Taranto, che scade il 30 Aprile 2019:

L’ Associazione Culturale “Le Muse Project” è lieta di rinnovare il bando di partecipazione alla tredicesima edizione del Premio Letterario Nazionale Città di Taranto, anno 2019.

IL REGOLAMENTO:

1. Il Premio Letterario Nazionale denominato Città di Taranto nacque tredici anni fa per iniziativa dell’autrice tarantina Lucrezia Maggi, ed è promosso e organizzato dall’Associazione Culturale “Le Muse Project” di cui la stessa è fondatrice.

2. Il Premio è giunto alla tredicesima edizione.

3. Esso è suddiviso in tre sezioni:

A. Sezione Poesia inedita a tema libero in lingua B. Sezione Narrativa inedita a tema libero in lingua C. Sezione Libro Edito (poesia e narrativa)

4. Le opere, inedite, possono essere in lingua italiana o in vernacolo. Le opere in vernacolo devono riportare, necessariamente in allegato, la traduzione in italiano. I componimenti poetici non devono superare la lunghezza di 30 versi; devono essere in Microsoft Word formato 12, carattere “Arial” o “Times New”. I componimenti narrativi, non devono superare la lunghezza massima di tre cartelle dattiloscritte. Le opere non aventi le suddette caratteristiche saranno scartate.

5. Gli elaborati poetici sono liberi e non vincolati da elementi tecnici di natura metrica.

6. Gli elaborati devono pervenire preferibilmente tramite plico postale a mezzo raccomandata A/R, indirizzato a: “Associazione Culturale Le Muse Project”, all’attenzione di Lucrezia Maggi, legale rappresentante dell’associazione, Via Francesco Crispi 16/18, Taranto, o consegnati a mano presso lo stesso indirizzo entro e non oltre il 30 aprile 2019. Farà fede il timbro postale. Contestualmente ed obbligatoriamente, una copia (ad eccezione della sez. C) dovrà essere inviata via mail all’indirizzo: lemuseproject@hotmail.it

7. Sezioni A-B : è obbligatorio inviare le opere in formato cartaceo. Le opere devono essere presentate in cinque copie anonime (ad eccezione della sezione C che già riporta in copertina il nome dell’autore, cinque copie richieste anche per questa sezione, una per ogni giurato). Non devono essere firmate, né recare le generalità dell’autore, né alcun altro segno di

riconoscimento. In una seconda busta debitamente sigillata bisogna includere una copia dell’opera firmata, con le generalità dell’autore e la liberatoria richiesta (vedi punto dodici).

8. Gli elaborati delle sezioni A e B saranno esaminati da una giuria annualmente nominata dall’organizzazione composta da scrittori, giornalisti, editor, docenti. Le opere edite della sezione C saranno giudicate da una giuria annualmente nominata dall’organizzazione composta principalmente da “lettori forti”. Al termine delle selezioni, per ognuna delle sezioni, saranno premiate le prime tre “elaborazioni poetiche e narrative inedite” che la giuria esaminatrice avrà ritenuto idonee.

9. Casa Editrice Partner, Print Me Editore.

10. E’ richiesto un piccolo contributo spese di segreteria di euro quindici (da inserire in busta chiusa nel plico contenente gli elaborati) per ognuna delle sezioni cui si intende partecipare. Ogni autore può partecipare proponendo non più di un elaborato inedito o di un’opera edita a sezione. La partecipazione dei minori, di età compresa tra i 12 e i 17 anni, è invece gratuita. Il Premio non ha alcun fine di lucro, né gode di finanziamenti pubblici né aiuti istituzionali di alcun tipo e, tale contributo richiesto, verrà unicamente e totalmente utilizzato in premi e per l’organizzazione dell’evento conclusivo di Premiazione.

11. La data e il luogo della Cerimonia di Premiazione saranno comunicati allo scadere del bando di concorso a seguito della pubblicazione del verbale di chiusura lavori. I finalisti saranno tutti preventivamente avvisati tramite posta o via mail; comunicazione ufficiale ne sarà data sulla nostra pagina facebook e sul sito del Premio. Saranno premiate con pubblicazioni, trofei, targhe e medaglie le opere giunte ai primi tre posti per ogni sezione. In data successiva alla Cerimonia di Premiazione, ad ogni partecipante non finalista, sarà comunque inviato via mail “attestato di partecipazione” in formato digitale. Le opere inviate non saranno in nessun caso restituite. In nessun caso potranno essere comunicati i nomi dei vincitori di ognuna delle sezioni in gara prima della Cerimonia di Premiazione. I Premi potranno essere unicamente ritirati in sede e in data di Premiazione, personalmente o da un proprio delegato che comunque, non sia un altro finalista. In nessun caso saranno inviati a domicilio, chi sceglie di partecipare al nostro Premio, di questo tenga conto. In assenza del vincitore o del proprio delegato, ci vedremo costretti a far decadere il Premio assegnato. Il finalista assente è comunque invitato a darne comunicazione con sufficiente anticipo alla segreteria del Premio.

12. I dati personali saranno trattati unicamente per le finalità connesse al concorso. I partecipanti autorizzano l’organizzazione a raccogliere e trattare i dati personali necessari per la realizzazione della manifestazione essendo informati circa le finalità e le norme di raccolta e trattamento dei dati, i soggetti ai quali possono essere comunicati, l’ambito di diffusione dei medesimi e i diritti loro spettanti ai sensi dell’art. 13 L. n° 675/96. Necessario allegare alla documentazione richiesta, l’invio preventivo di una liberatoria all’eventuale pubblicazione, in caso di minori, firmata da entrambi i genitori.

13. Il Bando sarà divulgato a mezzo stampa, via web e affissione nelle eventuali Sedi Istituzionali Patrocinanti. Sarà inoltre consultabile sul sito ufficiale del Premio (https://premioletterarionazionalecittditaranto.wordpress.com/) e sulla pagina facebook dedicata.

14. Tutte le opere classificatosi ai primi tre posti di ogni sezione, quelle meritevoli di Menzioni Speciali e quelle che la giuria avrà ritenuto idonee, saranno pubblicate nell’Antologia del Premio. All’autore non sarà richiesto alcun contributo per la pubblicazione. Il libro, dal titolo “Opera Prima – Volume 8 – sarà realizzato dalla Casa Editrice Print Me Editore (http://www.printmeeditore.it). Ogni autore potrà poi acquistarlo direttamente dalla stessa editrice o previa prenotazione alla segreteria del Premio che avrà cura d’inviare la richiesta alla stessa. L’associazione e la curatrice dell’antologia ci tengono a evidenziare che non beneficiano di alcun ritorno economico dalla realizzazione, dalla pubblicazione e dalle vendite della stessa, il nostro impegno è assolutamente opera di volontariato.

15. Gli autori vincitori delle sezioni poesia e narrativa (A e B) saranno premiati con una pubblicazione gratuita. Gli autori che si fossero classificati primi in più di una edizione e in ognuna delle sezioni, non potranno più presentare proprie opere al Premio per almeno tre anni.

Al 1° classificato Sez. Poesia: Trofeo – Pubblicazione di un libro di quarantotto pagine, edito dalla casa editrice Print Me con assegnazione gratuita di cinquanta copie all’autore – Attestato. Altri dettagli concernenti la pubblicazione e/o all’eventuale presentazione del libro saranno concordati poi con l’editore.

Al 1° classificato Sez. Narrativa: Trofeo – Pubblicazione di un libro di novantasei pagine, edito dalla casa editrice Print Me con assegnazione gratuita di cinquanta copie all’autore – Attestato. Altri dettagli concernenti la pubblicazione e/o all’eventuale presentazione del libro saranno concordati poi con l’editore.

16. Il Premio Letterario Nazionale Città di Taranto, dall’edizione del 2016 è gemellato con il contest letterario campano …incostieraamalfitana (http://www.incostieraamalfitana.it/) Fiera del Libro in Mediterraneo.

PER INFO: lemuseproject@hotmail.it

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *