EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

Ercole e il calcio a 5 divinità

Nel giardino del pantheon romano gli archeologi hanno ritrovato tracce di una partita a cui parteciparono: Mercurio, Vulcano, Bacco, Nettuno, e Giove Ammone in porta contro la squadra greca, e molto agguerrita, composta da: Ares, Eros, Crono, Apollo e Ade in porta. Cronisti d’eccezione e pubblico a bordo campo: Ercole e Urano, mentre la terra tremava ad ogni passaggio o fuori-gioco ed in mare si alzavano onde e tsunami per ogni rete segnata dai giocatori-divinità che non lesinavano spettacolo e sudore.
Sacerdoti e poeti hanno lasciato scritto di quella disputa: “Ercole in piedi segue attentamente la corsa di Bacco verso la porta avversaria dove Ade lo attende a braccia aperte ma il divino ha un singhiozzo che lo fa girare su sé stesso e il tiro termina nella porta opposta cogliendo Giove Ammone di sorpresa, vano il tentativo di Nettuno d’intercettare la palla calciata con tiro a effetto che dribbla anche Mercurio mentre Eros avvicinatosi furtivamente incentiva il vento a favore di palla grazie al suo batter d’ali.

Un autogol fenomenale e imprevedibile che chiude la partita col risultato di 399 a 400. Urano è al settimo cielo , la squadra greca rimane imbattuta nonostante gli esiti terrestri.”
Non sanno il seguito. Di ritorno dal match epocale, Ercole si è imbattuto in una mortale di nome Lucilla, non conoscendo le regole del gioco la terrestre gli chiede “ma hanno giocato a calcetto oppure era un’altra disciplina?” L’ira funesta di Achille s’impadronì di Ercole dimostrando di non aver predilezioni di razza e le onde del mare lambirono il cielo mentre la lava vulcanica salì fin sulla luna e il mondo prese a girare su sé stesso come la palla calciata da Bacco…
Caro Ercole, dovresti discutere con dei e semi-dei alla tua portata e cercare di capire i semplici mortali come me. Credevo fosse un gioco. Non scaldatevi così con me, gli dei e le loro attività divine appartengono a un mondo diverso dal mio, non sono blasfema, siate umani oltre che divini!
Lucilla

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *