EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

Nuova apertura culturale. La Biblioteca “Mastromarino”

inaugurazione La biblioteca Civica torna ad animare la vita culturale di Statte e dell’intera provincia di Taranto. “Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire” (Marguerite Yourcenar).
Saranno due esponenti d’eccezione, lunedì 13 Marzo, a tagliare il nastro e inaugurare la nuova sede della Biblioteca Civica di Statte, il prof. Cosimo Damiano Fonseca, Accademico dei Lincei e il prof. Riccardo Pagano, delegato al Polo Universitario Jonico.
Gli interventi saranno moderati dalla prof.ssa Gabriela De Pace, interverranno Francesco Andrioli, sindaco di Statte, e la dott.ssa Patrizia Artuso, assessore alla cultura di Statte.

Infine, la manifestazione sarà completata dalle letture scelte a cura di “Dialoghi itineranti – Amici della biblioteca di Statte”, associazione culturale.
Inizialmente si parlava di rassettamento, un semplice trasloco da una sede “in affitto” a quella nella Biopiazza di proprietà comunale… invece è stata un’occasione di crescita e di riqualificazione per dar lustro a un gioiellino già definito come il più vivace della provincia per le numerose attività svolte tra cui la partecipazione al progetto nazionale “Nati per leggere” di cui la dottoressa e bibliotecaria Agnese Giandomenico è referente provinciale.
La nuova biblioteca apre le porte per accogliere i cittadini 200 mq divisi in due sale: la prima dove si terranno eventi, corsi e laboratori con angoli pensati per i più piccoli con divanetti e morbidi pouf a loro dimensione affiancati da poltrone più grandi per le mamme e i papà impegnati nella lettura ad alta voce coadiuvati da scaffali a dimensione bambino realizzati grazie alla donazione pecuniaria dell’impresa “Palasport”, inoltre la “poltrona delle novità” circondata dagli ultimi arrivi sugli scaffali di testi di autori contemporanei di tutti generi e gusti dalla letteratura al fumetto, i noir con doverosa attenzione agli autori pugliesi particolarmente effervescenti in questo ambito.
Le pareti della biblioteca sono “a scaffale aperto” per la consultazione diretta dei volumi ma non tutto il patrimonio (quasi 20.000 volumi) poteva essere esposto così le copie e i testi meno richiesti saranno conservate negli armadi situati negli androni della scuola “Giovanni Paolo XXIII” sita nella stessa piazza per permettenre facilmente ai bibliotecari di arrivare facilmente ai volumi lì conservati.
Pareti di libri che spaziano dalla letteratura contemporanea ai saggi di sociologia, psicologia, filosofia provenienti anche da donazioni importanti come quella del dott. Adriano Giummo che si aggiunge a numerose altre arrivate nei precedenti anni di attività di questa biblioteca.
La seconda sala è dedicata allo studio, per studenti di ogni età con venti postazioni circondate da pareti tematiche: testi di arte e critica seguendo l’input dato dalla donazione del pittore e critico Raffaele Carrieri, la storia con le copie dei documenti generosamente fornite dallo storico Vittorio De Marco che riguardano Statte dal 1700, testi di letteratura in lingua originale inglese e francese per un contatto diretto con grandi scrittori stranieri, testi universitari e di approfondimento scientifico e letterario, oltre a enciclopedie tematiche, vocabolari, postazioni internet dotate di rete wireless per permettere di usufruire del collegamento anche usando i propri pc e tablet. Insomma una miriade di servizi pensati per rendere più accogliente il luogo deputato alla ricerca e alla crescita culturale delle persone, un’attenzione che si evince anche nelle piccole cose come il fasciatoio e la poltrona per allattare posta nell’anticamera del bagno come risposta di civiltà ai bisogni di famiglie con figli piccoli.
Naturalmente continueranno i servizi di info point per la compilazione dei curricula e le domande ai concorsi per la ricerca del lavoro e continueranno attività come corsi di lingua e fumetto, mostre pittoriche e fotografiche, incontri e discussioni con autori e professori oltre alle consuete presentazioni di libri. Inoltre si può accedere al catalogo della biblioteca comodamente da casa tramite il sito dell’AIB e usufruire del prestito telemaco anche da una biblioteca diversa del polo di Taranto.
Il dott. Mario Pennuzzi, bibliotecario dalla nascita della biblioteca civica ci spiega che, in questi locali nella biopiazza, c’era la biblioteca scolastica curata dal dott. Mastromarino ed è bello che quel progetto riprenda corpo.
Proprio per questo forte legame la biblioteca sarà intitolata a “Matteo Mastromarino” con la manifestazione che si svolgerà martedì 21 Marzo dove interverranno l’avv. Gianluigi Pignatelli, responsabile Polo SBN Bibliorete Provincia di Taranto, il prof. Vittorio De Marco, prof. Ordinario di storia contemporanea presso Università del Salento, saranno moderati da Angelo Villani, presidente del consiglio comunale di Statte.
Prevedibilmente emozionante sarà la performance musicale di Matteo Mastromarino, clarinettista di fama internazionale e nipote del professore che ha dato il via al fermento culturale di Statte.
Interverranno, naturalmente, Francesco Andrioli, sindaco di Statte, la dott.ssa Patrizia Artuso, assessore alla cultura di Statte, il dott. Mario Pennuzzi, bibliotecario e, per completare, le letture a cura di “Dialoghi itineranti – Amici della biblioteca di Statte”.
Tutti gli eventi si terranno nella nuova sede della biblioteca, nella Biopiazza, con inizio previsto alle 17,30, la cittadinanza è invitata a partecipare.
Lucia Pulpo
Inviti

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *