EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

Citazione… Eugenio Montale mi scrive

mare in tempesta Nel segreto del mio cuore c’è una terra piena di vento al profumo di mare. Qualche volta mi scopro lì a passeggiare, indifferente alla luce reale del cielo,un posto dove il mio essere si realizza completamente senza compromessi. Leggendo la poesia di Montale mi sono chiesta se l’abbia visitato anche lui… però lui mi conosce meglio e scrive più di quanto io sappia di me stessa:

Fu dove il ponte di legno
mette a Porto Corsini sul mare alto
e rari uomini, quasi immoti, affondano
o salpano le reti. Con un segno
della mano additavi all’altra sponda
invisibile la tua patria vera.

Poi seguimmo il canale fino alla darsena
della città, lucida di fuliggine,
nella bassura dove s’affondava
una primavera inerte, senza memoria.
 
E qui dove un’antica vita
si screzia in una dolce
ansietà d’Oriente,
le tue parole iridavano come le scaglie
della triglia moribonda.
 
La tua irrequietudine mi fa pensare
agli uccelli di passo che urtano ai fari
nelle sere tempestose:
è una tempesta anche la tua dolcezza,
turbina e non appare.
E i suoi riposi sono anche più rari.
Non so come stremata tu resisti
in quel lago
d’indifferenza ch’è il tuo cuore; forse
ti salva un amuleto che tu tieni
vicino alla matita delle labbra,
al piumino, alla lima: un topo bianco
d’avorio; e così esisti!

“Dora Markus”.Testo inserito nella prima sezione delle Occasioni. Di Eugenio Montale

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *