EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

Per il mio compleanno…

 Una vipera che nasce vipera 

è vipera comunque

ha il veleno dentro

può tentare di rompersi i denti

può cercare di non mordere nessuno

ma il veleno è lì

e la corrode nelle viscere fino all’anima

si mischia al sangue e lo tramuta in acido

buono a niente

nemmeno tanto efficace

amaro sì e senza altra possibilità

amaro amare

veleno che fa della vipera la vittima

vittima e carnefice

nemmeno la morte l’aiuta giungendo troppo tardi

ma questo non si deve dire

è peccato

e la vipera deve soffrire

magari sorridere senza mostrare i denti

rotti, brutti e sporchi del veleno che cola

e la ingoia in un silenzio cieco

che non ammette rimorsi.

Comments

  • Antonella Settembre 5th, 2013 at 10:03

    non ho mai conosciuto la vipera di cui parli, ma piuttosto un riccio che quando dice no al mondo si chiude e non esiste piu’ niente e nessuno…non ha aculei pungenti ma forcine morbide per aprire i lucchetti arrugginiti dei cuori di chi e’ stanco di prendere pugni in faccia e nello stomaco…ha un musetto intrepido e curioso, degli occhi indagatori e una mente creativa e fantasiosa…ma oggi ha deciso di indossar la maschera della vipera, non le si addice, troppo grande, non le calza per niente…io aspetto il mio riccio poeta e dinamico…nell’attesa mi seggo e indugio!

  • mario pennuzzi Settembre 5th, 2013 at 12:48

    Povera vipera, non ha molta scelta ma noi si, anche quando mastichiamo il nostro veleno , perchè non siamo una cosa sola , ognuno di noi è un caleidoscopio di diverse possibilità e di diverse identità :”ciò che il bruco chiama la fine del mondo, il mondo chiama farfalla” e se vogliamo può essere così. Anche se in ritardo ti faccio i miei auguri. Mario
    Ps. ci sentiamo per programmare la serata su Simone WEIL in biblioteca?

  • lucia Settembre 13th, 2013 at 15:32

    Che dire? Libera interpretazione!

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *