EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

Intervento di Agnese Giandomenico

 La mia esperienza in biblioteca, mi permette d’inquadrare la questione lettura dall’angolo della formazione dei lettori.

I lettori divengono assidui frequentatori dei libri dopo aver preso “confidenza” con la lettura. L’esempio migliore, in questo caso, lo danno i bambini, quelli che diverranno grandi lettori o semplicemente lettori.

Il bambino entra in biblioteca cercando il libro di Geronimo Stilton oppure qualcosa sulla magia degli stregoni… questo è il primo contatto poi io, i genitori, gli insegnanti cercheremo d’indirizzare il piccolo verso letture più complete, cercheremo d’aiutarlo a crescere ma, per avvicinarlo al mondo di carta, bisogna prima affascinarlo con libri pieni di figure e storie fantastiche che colpiscano ed attraggano la sua attenzione.

In fondo, lo stesso accade con gli adulti, molti entrano qui cercando un libro di cucina o un romanzo rosa tipo Harmony, poi vedendo altri titoli e parlando con me di altri autori o altri libri per altri interessi, finiscono, quasi sempre, con lo spostarsi su libri più impegnativi.

Insomma ribadisco, l’iniziazione è opera dei libri d’intrattenimento o piatti.

Quei libri sono strumenti preziosi per “solleticare l’appetito” dell’utente. Nessuno nasce lettore, la predisposizione si scopre esercitando la lettura stessa.

Agnese Giandomenico

responsabile della Biblioteca civica di Statte

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *