EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

Situazione bloggata

Quando leggi un libro e sbadigli fino a sonnecchiarci su che fai lo chiudi e con esso la possibilità di svegliarti dal sonno della tua testa?

Certo lo chiudi perché tanto non stai riuscendo a leggerlo ma poi lo riapri oppure amen passi ad un altro volume?

Spesso non so se provare e riprovare a fare le stesse cose oppure lasciar perdere l’accanimento terapeutico e passare ad altro. Certo non sto parlando della lettura di un libro ma l’immagine mi aiuta a semplificare la scena sul palco della mia mente.

Il rimpianto per non aver finito di leggere quel libro si lega al rimorso di averlo chiuso prima di aver esaurito le sue pagine e finisce che m’incolpo di averne ucciso il senso e il valore.

Sì, dipende tutto da me perché io sono il lettore.

Ma gli scrittori pensano mai a me che devo leggere le loro parole? No, perché anche io quando scrivo non penso a chi potrebbe leggere… allora chiedo perché lo fate? E perché dovrei leggervi?… ah, se mi rispondessero prima di vendermi il libro… invece no, ti rifilano le loro storie e mi sento pure in colpa se non riesco a leggerle.

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *