EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

Eterno presente

Crisi, morte, penitenza…. un’estate noir con inflessioni horror.

Sì, d’accordo, dobbiamo investire lacrime e sangue con contorno di olio di gomito, ma abbiamo bisogno anche d’immaginare un mondo migliore per desiderare di uscire da questo tugurio!

Quello che non sopporto è che parlando, solo ed esclusivamente, della catastrofe a cui andiamo incontro a nessuno viene voglia d’andare avanti, anzi molti si chiudono ermeticamente nell’eterno presente.

Servono entusiasmo ed auto-incoraggiamento, anche, per fare sacrifici, invece quest’atmosfera cupa da catastrofe irrefrenabile, fiacca ogni buona intenzione.

Non parlo d’ottimismo, per quello ci vuole insana incoscienza, però l’uomo ad “una dimensione” riesce a ripetere, esclusivamente, i gesti a cui è abituato nel suo eterno presente.

Comments

  • Valerio Attanasio Luglio 15th, 2012 at 22:46

    Hai proprio ragione, Lucia!
    Ma, purtroppo, il nostro “piccolo mondo antico” è fatto di vecchi e quest’ultimi non portano con sè l’idea di un mondo pieno di SPERANZE.
    Sono tutti vecchi che conservano i privilegi che hanno ottenuto spesso col raggiro e non vogliono mollare; spesso si ostinano a far credere alla gente che l’involucro non corrisponde alle grandi qualità, virtù e pensieri giovanili che hanno, contrabbandando pure l’idea che hanno un fisico da trentenne.
    Se qualcuno chiede loro qualcosa di diverso, dicono che i padri hanno i diritti ed il mondo dei figli, cercando di mettere gli uni contro gli altri (ma con scarso successo!).
    Cosicchè nel triste e morente mondo attuale procura fastidio una risata giovanile, desta scandalo ed orrore la visione di una coppia mano nella mano, come nel buio mondo medioevale di “in nome della rosa”.
    Ma quelli non mollano e non vogliono pensare neanche lontanamente che devono finire un giorno ma anzi a coloro che nutrono una qualche forma di speranza, che cercano di rendere la propria vita meno dura e amara, che si danno come obiettivo quello di costruire una forma di futuro gridano rabbiosamente in faccia “STRONZO, RICORDATI CHE DEVI MORIRE!”.
    zio Valerio.

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *