EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

Non voglio altro che mare

Immersa completamente nel mare

ho la sicurezza di accarezzare

la mia vita.

C’è una luce diffusa

che non offende gli occhi

e mi lascia immaginare,

perfino toccare i miei pensieri

sono tutti irreali e fugaci,

come fossero lì presenti materialmente.

Se riesco ad arrivare sul fondale,

è solo per assicurarmi di

non essere solo un mio pensiero

lo saluto con un po’ di bollicine

esso ricambia alzandosi in piedi

e ballando con i granelli di sabbia

che ondeggiano e si spandono portandosi via le mie preoccupazioni

come se avessero percepito la melodia stonata

che mi frastorna la testa.

Poi mi manca il respiro,

che dispetto il respiro!

Per quanto velocemente possa emergere e rituffarmi

non troverò la stessa conchiglia

dove credevo d’essere anch’io.

Tornerei a cercarla, ma

l’abbraccio tenero del sale bagnato

mi distrae e vince

e, non voglio altro che mare.

Comments

  • Antonella Giugno 25th, 2012 at 19:32

    a chi lo dici,mia sorella, anch’io “non voglio altro che mare”, tra questa calura e umidita’ cosi’ asfissianti!lo sogno,sogno anche di nuotare, proprio io che non so nuotare,e di immergermi e magari riuscire a trovare la mia perla o soltanto immergermi ed essere parte delle sue creature ed essere io mare…poi mi sveglio e mi accorgo che era solo un sogno. Un giorno dovrai insegnarmi a nuotare e a vincere questa paura inutile verso un qualcosa che amo e sogno!

  • lucia Giugno 26th, 2012 at 08:42

    Sì, però la mia poesia gioca segretamente con la parola AMARE… Il mare mi coccola e ricambia il mio amore…ma è una cosa segreta e profonda tra me e lui!

  • mauri Giugno 30th, 2012 at 07:43

    leggo e alla fine smetto…non voglio ricominciare per dargli un movimento nella letture.
    Mi rendo conto che c’era già…come immergersi nel mare.

  • lucia Giugno 30th, 2012 at 08:11

    Spero sia altrettanto piacevole…

  • lucia Luglio 1st, 2012 at 14:51

    La foto è la conclusione di una serie di associazioni personali…Cose indicibili come la sepaerazione raziale che sono state superate quasi inaspettatamente… il tabù era forte… gli atleti portarono sul podio olimpico il problema per contribuire a risolverlo con l’esempio della loro vittoria. La nostra nazionale ha vinto, quasi inaspettatamente co due gol del nero Balotelli…. dopo tutti i cori e i fischi razzzisti che gli hanno gettato addosso, adesso lo chiamano fratello perchè ha vinto e di vittoria in vittoria ho voluto incoraggiarmi con la foto dei Black Power. Ho bisogno di trovare qualcosa che mi faccia sperare in una buona risoluzione. Due settimane fa si è suicidata un’amica che è stata essenziale , per me, in Germania… quella foto m’incoraggia, mi da speranza in un mondo migliore.

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *