EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

La gestione ell’isola che affonda

Il presidente dell’Autorità portuale di Taranto, Sergio Prete, in  accordo col sindaco Ippazio Stefano, hanno rassicurato la cittadinanza sulla sorte dell’isola di S. Paolo. L’isola dismessa dalla Marina Militare già dal 2001, non finirà in mani private, continuerà ad essere proprietà comunale ma per la gestione sarà indetto un non ben definito concorso internazionale. Il punto è che l’acqua sta risalendo sull’isola. Sul lato nord si apre un porticciolo con una banchina di 15-30 metri circa, cu segue il forte. Quest’ultimo di età napoleonica fu in parte demolito nel 1898 per lasciare “spazio di tiro” ai cannoni dentro la possente cupola di “Grüsson”. Mentre gli uomini discutono su come gestire l’isola, il mare attacca  e pone sotto assedio la fortezza o quel che ne rimane giacche il calcestruzzo pregiato che ricopriva le mura napoleoniche è stato “scrostato” e portato via dai vandali insieme ai fossili di Milovanovici martelii che conteneva. C’è proprio da stare tranquilli e sicuri.

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *