EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

L’espressione del pensiero che vuole vivere

 

Filosofia… quante chiacchiere che sento intorno a questa parola.

Non vorrei aggiungermi al coro dei ben pensanti ma, voglio “immortalare” per iscritto la mia esperienza. All’età di 19 anni, la mia vita è stata azzerata da gravi problemi di salute. Ho rincominciato, come un neonato, ho dovuto reimparare a parlare, a muovermi, a legge­re e scrivere… insomma ripartire da zero, imparare a relazionarmi col mondo cambiando tutte quelle che erano state le mie abitudini, ho perfino cambiato gusti “alimentari”.

Inizialmente ero confusa, spaesata, demoralizzata… non m’importava più niente di niente perché mi sentivo persa, di colpo inutile ed allora riflettevo questa inutilità nel mondo ester­no e mi dicevo che era tutto inutile e che il mondo sarebbe comunque andato avanti alle­gramente infischiandosi di me.

Il mondo non m’interessava più e quindi non m’interessava nemmeno capire cosa mi stava succedendo. Poi un giorno venne un bambino, il nipotino di una paziente ricoverata nel let­to di fronte al mio, il bambino si mise a guardare la televisione con me ed, in seguito, ven­ne da me ogni giorno portandomi un disegno oppure un sorriso per giocare insieme. Non sono un tipo materno che gioca coi bambini e loro non si perdono con me, così rimasi me­ravigliata ed iniziai a pensare che dovevo cercare di capire il mondo e capire come po­trebbe essere diversamente e “spingerlo” in quella direzione.

Secondo me, questo è filosofia: osservare e studiare il mondo per pensare un altro modo di essere del mondo stesso. “Conosci te stesso e il mondo perché potrebbe essere altro da come lo vedi” .Ricerca della verità… certo ma non solo perché alla verità ultima non si arriva mai. Allora non deve essere uno speculare tanto per mostrare le proprie capacità re­toriche, ci deve essere la curiosità di sapere e la volontà di migliorare. Infatti FILOSOFIA è fisica + matematica +chimica + psicologia+ politica + tutti i saperi, ovvero è la vita filtrata dal pensiero, addirittura potrei dire che è l’espressione del pensiero che vuole vivere.

Ecco, io la penso così!.

Comments

  • Leonardo Agosto 29th, 2011 at 18:16

    Bello il pensiero: “La filosofia è la vita filtrata dal pensiero” ed anche il tuo virgolettato ““Conosci te stesso e il mondo perché potrebbe essere altro da come lo vedi””. Tutto molto efficace !!!

  • Antonella Settembre 27th, 2011 at 14:56

    La Filosofia e’ amicizia e amore incondizionato del sapere, proprio come l’avevano intesa i primi filosofi.E non puo’ essere avulsa dalla realta’ ne’ rinchiusa in una torre di certezze pre-confezionate, ma la filosofia vive ogni giorno a braccietto con la politica, con la fisica, con la matematica, con la biologia, ecc…la filosofia e’ quotidianeita’, ma anche eternita’, particolarita’, ma anche universalita’, con questo non voglio dire che e’ tutto e niente, ma che risente e riflette dell’una e dell’altra. Puo’ specializzarsi e settorializzarsi, ma non perdera’ mai di vista il suo intento fondamentale e il suo primo protagonista: porre domande e l’uomo.

  • nicola Settembre 27th, 2011 at 15:08

    Guardando al passato, molti filosofi sono stati anche dei matematici. molti letterati hanno dissertato di filosofia. Quindi il tuo ragionamento non fa una piega. Inoltre in un Mondo che cerca persone che sappiamo replicare la creazione di oggetti utili, è impagabile l’utilità del filosofo che invece indaga il perchè di questo e come invece sia possibile arrivare alla creazione dell’oggetto, analizzando anche il complesso sistema che gira intorno alla produzione.

  • Lucia Settembre 28th, 2011 at 10:12

    Gli antichi filosofi non sapevano di esserlo. il loro amore per la sapienza era incondizionato, non era un lavoro od una professione, forse per questo cercavano domande e risposte e non profitti e chiacchiere varie…Forse.

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *