EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

Amica cara…

 

Amica mia carissima,

sto vivendo una stranissima storia d’amore e ho paura perché ho trovato diverse coincidenze con un libro che ho letto tempo fa.

 Un libro bellissimo con la cui protagonista mi sono immedesimata, o avrei voluto immedesimarmi… tuffarmi nella sua vita; ma forse l’ho fatto e mi trovo a rivivere la più brutta delle sue vicende. Lo so, mi sto comportando come una credulona, una bambina più stupida che ingenua, ma tu, ora cerca di immedesimarti in me… sembra un avvertimento…

Questo libro io l’adoro ma avevo dimenticato il nome del marito crudele della mia Eleonora. Nel pomeriggio, mentre stavo rimettendo a posto i volumi nello scaffale della mia bibliotecuccia, mi è caduto il libro di Eleonora e si è aperto ad una pagina centrale. Prima di chiuderlo per riporlo… l’occhio si è fermato su un nome: Tria.

Lo avevo completamente rimosso, ma è lui, il mio lui si chiama Tria di cognome.

Capisci, non lo ricordavo, completamente rimosso ma tutto calza: è un ufficiale dell’esercito, è diversi anni più grande di me,…corrispondono perfino i dettagli: uomo del sud a cui piace cucinare e mangia molto.

Nel libro si presenta come persona gentile e affabile e, dopo il matrimonio, cambia la picchia e la maltratta anche psicologicamente.

Tria lo conosco da poco, da dopo aver letto il libro. Eleonora mi capisce e mi conosce, sembra che lei mi stia mettendo in guardia, io avevo completamente rimosso il marito, ma quello si deve vendicare perché Eleonora è riuscita a sfuggirgli e lui, ora, si rivale su me che sono vicina ad Eleonora. Sembra che lei mi stia avvisando che Tria cerca di prendermi e mi farà pagare tutto il conto.

Tria , lo stesso nome, gli stessi attributi… cosa devo fare, a chi devo credere? Amica, tu che faresti… lei è proprio come vorrei si dicesse di me: una donna intelligente, curiosa ed affamata di conoscenza dalla filosofia all’economia , riconosciuta poetessa e prima donna giornalista nella Napoli di fine Settecento.

Devo tradire lei o lasciare lui, per un libro?

L’eterno antagonismo della mia vita: uomini o libri.

Comments

  • Antonella Febbraio 2nd, 2011 at 11:23

    perche’ scegliere?ci son volte in cui vanno meglio i libri e volte in cui sono preferibili gli uomini…e a volte il parlarne con qualcuno e’ gia’ sentore che vuoi una certa risposta.allora tu la riposta la sai gia’, rendila concreta, e il domani chissa’…del domani non c’e’ certezza, ma basata viverlo per scoprirlo.ci puo’ deludere o sorprendere positivamente, io ti auguro la seconda soluzione naturalmente!
    baciotti
    anto

  • Tiziana Febbraio 2nd, 2011 at 14:36

    lucetta mia!
    ho appena letto il post..su Tria…

    Cavolo…sei andata sul biografico!
    Come stai?
    ancora dispiaciuta per il tuo tria?

    PS: il tuo dilemma non dovrebbe essere fra uomini o libri..
    ma fra la tua serenità o qualche fastidio in +…ogni tanto si ha la voglia e la curiosità di farsi piacevolmente infastidire dagli uomini e altre volte..noi donne..donnine così deboli come erba sotto la pioggia, dovremmo pensare solo a noi, al nostro futuro e al nostro benessere. Insomma puntare tutto su di noi e non su qualcun altro.
    Ovviam..vale anche per me…

  • Lucia Febbraio 2nd, 2011 at 14:59

    Amiche carissime,
    la storia è autobiografica soltanto in parte. Adoro il libro di Eleonora De Fonseca e mi chiedo ccosa succederebbe se incontrassi qualcuno col nome di Tria.
    Ecco è una suppossizione verosimile, in quanto credo tanto nei pensieri che mi suggestiono e mi faccio influenzare più da loro che dai “fatti materiali”.
    Credo di riuscire ad amare più i libri e le loro storie/teorie che gli uomini in carne ed ossa… questa storia è un modo per raccontare cosa mi succede (o potrebbe succedermi) se incontrassi un possibile protagonista… non saprei dire se si trattasse della mia storia o di quella di un altra!
    ciao, lucia

  • Giovanna Aprile 11th, 2011 at 19:44

    Non ho capito bene sino a che punto la tua storia coincida con quella di Eleonora, ma posso consigliarti di vivere fino in fondo questa conoscenza per avere delle risposte ad ogni tuo dubbio. I libri possono anche aspettare. Che ne dici?
    Baci, Giovanna.

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *