EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

L’evoluzione del tifo, sul Pianeta Follia

  Basta con i cori da stadio, le canzoncine improvvisaste, le bandiere sventolanti al vento e le tifoserie colorate e festose. Rigore e virtù. Questo il nuovo motto nei nostri stadi chiusi al pubblico ed ai giocatori.

Le partite si giocano con la console, le proiettiamo sul campo così che le telecamere possano riprenderle e, sugli spalti, mettiamo manichini zitti, composti e concentrati a comparire ben disegnati, esempio ineccepibile d’interesse e sportività. Tutta la scena è allestita con i soldi dei diritti dei telespettatori alla loro favola sullo sport e la mens sana in corpore sano…. come da copione scontato del Pianeta Follia.

Comments

  • nicola Settembre 9th, 2010 at 08:04

    Che dire, non ci sono parole per descrivere il comportamento di queste persone, che sempre più inseguitrici dei guadagni, hanno perso il senso della misura e l’essenza del calcio……. ma chi se ne frega tanto adesso con la TDT (Tessera del tifoso) tutto si risolverà come d’incanto.

  • Lucia Settembre 9th, 2010 at 09:54

    Ingenuamente pensavo che lo stadio fosse fatto per “vivere” lo sport… invece si tratta solo di “far girare… il soldo”!

  • nicola Settembre 9th, 2010 at 09:59

    Sì fino a quando non hanno introdotto il business pure lì, e parliamo di milioni di euro non bruscolini, che con la crisi fanno gola a molti se non a tutti

  • Lucia Settembre 9th, 2010 at 18:55

    Procedere nel contro-senso significa esaurire la risorsa (anche quella economica) che lo stadio mette a disposizione… insomma chiudere ai tifosi comporta, alla lunga, lo “scollamento” degli stessi dal calcio… i telespettatori sono un sott’insieme dei tifosi stessi. Insomma diamo un calcio alla palla ed a chi la dirige nella propria porta con un clamoroso auto-gooool!

  • nicola Settembre 10th, 2010 at 07:37

    pienamente d’accordo con te

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *