EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

RECENSIONI

Diatriba d’amore contro un uomo seduto
Gabriel Garcìa Marquez
Osca Mondadori- editore
pp. 80
€ 8,00
Diatriba d’amore contro un uomo seduto è l’unico testo teatrale di uno dei più grandi scrittori viventi: Gabriel Garcìa Marquez. La protagonista è Graciela, donna di umile origine che si è riscattata sopratutto grazie al matrimonio con un benestante; per essere all’altezza del marito lei s’impegna negli studi e nell’esercizio della pazienza nel sopportare i tradimenti del marito. Un mondo borghese fatto d’ipocrisia dove, personaggi come la suocera della donna, pretendono d’imporre la propria ragione in nome degli agi materiali di cui dispongono. Il testo poetico e suggestivo è un lungo monologo della moglie verso il marito apaticamente seduto sul divano a leggere il giornale incurante del viaggio virtuale che la moglie intraprende fra passato e presente alla ricerca dell’amore svanito. Il linguaggio è semplice ma raffinato espressione di quel realismo giocoso, magico quasi ingenuo tipico dello scrittore sudamericani.

Il giorno prima della felicità
Erri De Luca
Editore Feltrinelli
pp. 144
€ 13,00
Nella Napoli popolosa degli anni ’50 si svolge la vicenda dello Smilzo, un ragazzino rimasto orfano a causa della guerra fra l’occupazione tedesca, il riscatto della popolazione e la convivenza forzata con gli americani. Protagonista della scena è la Napoli raccontata da Don Gaetano, il portiere del palazzo-rifugio dove lo Smilzo cresce ed impara a vivere fra esperienze casuali, come il pallone che finisce nel nascondiglio nello scantinato del palazzo dove segretamente aveva trovato riparo un ebreo, ed incontri combinati come quello della vedova instancabile nella ricerca dell’appagamento sensoriale. La saggezza e la vitalità di una città offesa dalla miseria ma pronta a reagire, dove la sopravvivenza è solo un momento di preparazione e maturazione, per arrivare al godimento pieno della vita, ovvero alla felicità dell’esistenza libera dall’ansia dell’inadeguatezza morale prima che materiale.

Your Comment

CAPTCHA: Completa l\'operazione sottostante *