EU Cookie Law

Il segno delle idee

Il mio spazio creativo

L’agenda

Sembra che la preoccupazione della peste abbia avvelenato la vita. Se sparisse quest’ncubo. Uno riesce: c’è una medicina sicura. E allora? Allora niente, tutto come prima, maledetta inquietudine. C’è la guerra. Girano lanzichenecchi intorno alla città, entrano talora, rubano, uccidono a loro completo piacimento. Ed è vivere questo? Ma dicono che sia venuto il conte l’Olan per trattare la pace, a condizioni dure, dicono. Il nemico vuole ottocento vergini tra le nobili del paese. Come far scomparire mia figlia?

Read More…

Ombra dei pensieri di domani

Dovrebbe piovere

così il triste grigiore del mattino opaco

avrebbe un senso indiscutibile.

Read More…

La lettura ai tempi del covid-19

Still life stack books with coffee cup and globe.

Leggere aiuta sempre, in questo frangente, aiuta maggiormente.

Bello immaginare la casa dell’italiano medio piena di libri oltre alle provviste alimentari per sopravvivere alla quarantena. Libri letti, libri iniziati e non finiti, libri consumati solo per alcune pagine, libri accatastati per future letture. In una casa così non si è presi mai alla sprovvista, c’è sempre l’imbarazzo della scelta…

Read More…

Facciamoci attendere

Rispetto l’ansia e la paura di tutti ma non le mie. Dunque a loro mi voglio rivolgere. Vi avverto fra me e voi c’è la Rapsodia in blu, ovvero la riscoperta che vivere è bello, che c’è un cielo stellato che aspetta me per mostrarsi in tutta la sua magnificenza e questa quarantena ingrandisce il desiderio d’incontrarci ma non annulla niente.

Read More…

La risposta

Il silenzio è una risposta

riempie tutto lo spazio circostante

dice, dico, ribadisce

Read More…

Eleonora Pimentel Fonseca e la verità storica. Intervista ad Antonella Orefice

La storia è povera di eroine femminili che, oltre ad aver contribuito a cambiare il corso degli eventi, abbiano lasciato un segno fondamentale per l’emancipazione delle donne moderne. La poetessa di corte Eleonora Pimentel de Fonseca, donna di lettere nella seconda metà del settecento, divenuta poi la direttrice dell’organo di stampa della Repubblica partenopea, è un esempio fulgido ed affascinante. La sua biografia è stata oggetto di studi, romanzi e riduzioni cinematografiche che però non hanno messo a fuoco l’importanza e la verità storica della sua intensa vita. Ne parliamo con Antonella Orefice, storica che ha scritto: “Eleonora Pimentel Fonseca. L’eroina della Repubblica napoletana del 1799” (Salerno Editrice). Una biografia chiara, piacevolmente scorrevole, ricca e illuminante per conoscere e capire la donna in cammino dall’oscurantismo borbonico ai Lumi europei.

Read More…

Caino, l’inizio del contagio…

In tempi tristi come questi, mentre la paura del contagio attanaglia e corrompe le menti, il bisogno di ironia, originalità e genialità si trasforma in grido lancinante. La mia voce è più ridicola che possente quindi mi affido alla lettura di un grande cantastorie siciliano e riporto qui di seguito l’inizio di un suo monologo teatrale che invito a leggere interamente, nelle stanze della propria inevitabile quarantena… “Autodifesa di Caino” scritta da Andrea Camilleri:

“Signori e signore della corte… oddio, che ho detto? Della corte? Scusate, ho avuto un lapsus… Ricomincio.

Read More…

Legno verde e la letteratura. Intervista a Cosimo Argentina

Nel mondo virtuale dei social si perde la bellezza del contatto umano. Questo lo si evince chiaramente dal contrasto colla vicenda di Umberto Babilonia nella Taranto anni ‘70 che prende vita e lucentezza attraverso la testimonianza di uno dei suoi figli più affezionati, Cosimo Argentina. L’autore avrebbe presentato il suo nuovo romanzo nella sua città natale, a fine febbraio, ma le precauzioni per arginare la diffusione del corona virus hanno costretto a rimandare l’evento a data da definirsi. Così cerchiamo di riempire il vuoto parlando, a distanza, con Cosimo Argentina, in fondo, anche gli incontri virtuali possono essere interessanti:

1.Legno verde è la storia della crescita sentimentale di Umberto Babilonia. Non è solo questo perché ci sono tanti personaggi e piccole storie. Babilonia è il protagonista assoluto?

È la storia di una generazione, ma è anche una storia individuale. Mettere in scena un protagonista vuol dire descrivere un mondo.

Read More…

Crescere con le parole

Quando ti senti affondare

ogni appiglio

è quello necessario

Read More…

Contro vento per guarire

Quando ero a letto con la febbre, mia nonna mi raccontava di un quadro che da bambina guardava dal letto: c’era una donna, forse una campagnola con la gonna larga e lunga e il fazzoletto in testa che camminava lungo una via solitaria. C’era vento, una tempesta di vento che alzava polvere e foglie; il cielo era ombrato e questa donna, piccola rispetto all’intero quadro ovale, lei cercava di procedere ma, i quadri fermano tutto, così anche lei era ferma nella tempesta. Nonna mi diceva che dovevo immaginare io che dovesse fare quella piccola donna.

Read More…